Smalti semipermanenti senza lampada: migliori prodotti di Aprile 2021, prezzi, recensioni

Sfoggiare unghie perfettamente curate è un sogno non sempre raggiungibile, a causa dei tempi assai spesso “stretti” della routine quotidiana, che lasciano poco tempo per dedicarsi alla manicure o recarsi presso un apposito centro estetico. Ecco allora che la soluzione di uno smalto semipermanente senza lampada si rivela una scelta particolarmente apprezzata e seguita da molti utenti: chiamato anche smalto gel da alcune aziende cosmetiche, si stende come un tradizionale smalto, ma offre i medesimi risultati garantiti da un esperto del settore, senza l’uso della predetta lampada. E – cosa da non poco – è di costo contenuto ed agevole sia nell’applicazione che nella rimozione, aspetti, questi, che sicuramente fanno la differenza. Sono tanti i nomi sul mercato produttori dello smalto in oggetto, con i migliori che consentono di avere unghie impeccabili fino a tre settimane. E questa trattazione esporrà i tratti caratteristici dello smalto stesso, così da arrivare “preparati” all’acquisto, consapevoli dei tanti aspetti positivi derivanti dalla scelta effettuata.

Caratteristiche e vantaggi

Avere unghie perfette e in ordine è possibile anche a casa, con una manicure realizzata da sé, senza ricorrere ai centri estetici, con un indubbio risparmio sia economico che di tempo. Lo smalto semipermanente senza lampada – come or ora anticipato – offre questa possibilità, garantendo quegli aspetti positivi che è bene non mettere in secondo piano.

Oltre che economico, infatti, detto smalto consente di dedicarsi alla cura delle proprie unghie in tutta comodità tra le pareti domestiche, scegliendo dunque quel dato momento in cui si è più liberi dal lavoro o dalle incombenze domestiche. Ed i risultati sono davvero soddisfacenti, al pari di quelli offerti da uno smalto semipermanente applicato da un professionista, ma senza l’utilizzo della lampada UV. Così da proteggere le proprie unghie, che se troppo esposte ai raggi di detta lampada potrebbero ricevere danni. Ma gli aspetti positivi dello smalto semipermanente senza lampada non finiscono qui. Della durata di circa 2 settimane, esso è facile da applicare e da mandare via: si stende infatti con un pennellino e si rimuove con un solvente per unghie.

Applicazione, asciugatura e rimozione

Come poc’anzi sottolineato, l’applicazione dello smalto in oggetto è estremamente semplice: basta infatti stenderlo come un tradizionale smalto, passando l’apposito pennello sulle unghie a partire dal centro e spostandosi poi lungo i bordi delle unghie stesse. Non applicando il prodotto su tutta la lunghezza di queste ultime, ma lasciando un po’ di spazio ai lati, si otterrà un effetto più slanciato. Terminata l’applicazione, occorrerà far asciugare lo smalto per qualche minuto, ma se si desidera velocizzare la procedura, ci si può avvalere di qualche “dritta” casalinga di grande efficacia: non utilizzare troppo prodotto, in primis, ma anche immergere le dita per qualche minuto nell’acqua fredda, o, ancora, servirsi dell’asciugacapelli, facendo però attenzione, in questo caso, a non adoperare aria calda o tiepida e a non interporre tra le unghie e l’asciugacapelli stesso una distanza inferiore a circa 10 cm. Una volta asciugatosi il prodotto, è inoltre possibile rifinirlo applicandovi un top coat, grazie a cui il colore dura a lungo, si conserva lucido e non si sbecca.

L’ultimo step è rappresentato dalla rimozione dello smalto semipermanente senza lampada, operazione per quale è sufficiente un tradizionale solvente per unghie: un indubbio vantaggio, questo, non solo perché la rimozione è semplice e pratica, ma anche e soprattutto perché è eseguita in maniera non troppo invasiva. Un quid plus per quelle unghie particolarmente delicate, che potrebbero indebolirsi o deteriorarsi.

Costi e marche specializzate

Sono diverse le marche che si dedicano alla produzione di smalti semipermanenti senza lampada: Rimmel, Bellaoggi o Essie, ad esempio, come pure Kiko, Lisa Nail e Peggy Sage. Tante dunque le opzione disponibili, così da andare incontro alle variegate esigenze degli utenti, dai gusti e budget differenti: in merito a quest’ultimo punto, i costi del prodotto in esame sono generalmente compresi tra i 4 Euro e i 15 Euro circa.

Creativa e fantasiosa, ma anche riflessiva e determinata. Laureata in Giurisprudenza “atipica”, seguo e coltivo i miei sogni e le mie effettive ambizioni, emersi preponderatamente. Appassionata di scrittura e di moda e prodotti cosmetici, condivido con gli utenti utili indicazioni e suggerimenti nella scelta del prodotto più consono alle proprie esigenze.

Back to top
sceltasmalto.it